Nuova Naspi, trovata una soluzione per gli stagionali

Una buona notizia per i lavoratori del nostro territorio, il Governo ha capito che servono adeguate correzioni

Il deputato PD riminese Tiziano Arlotti ha incontrato, insieme ad altri colleghi, il sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova per porre all’attenzione del Ministero la situazione dei lavoratori stagionali, penalizzati a seguito dell’introduzione della Nuova prestazione di Assicurazione Sociale. Si tratta della cosiddetta Naspi, che riguarda potenzialmente oltre 300.000 lavoratori stagionali in tutta Italia.

Secondo i dati forniti da Inps, nella sola provincia di Rimini nell’anno 2014 le domande di Aspi pervenute erano state oltre 18mila, a cui si aggiungono oltre 12mila domande di Mini-Aspi (stagionali), per un totale di quasi 31mila domande di assegni da parte dei lavoratori.

“Il sottosegretario Bellanova ha assicurato che per il 2015, con un atto amministrativo (molto probabilmente una circolare Inps) verrà trovata una soluzione per garantire a questi lavoratori un sistema di calcolo dell’indennità di disoccupazione che garantisca loro un trattamento analogo a quello degli anni precedenti – riferisce Arlotti -. La questione era stata sollevata soprattutto per i lavoratori stagionali: la nuova prestazione Naspi, infatti, ha la durata della metà delle settimane effettivamente lavorate prima della perdita dell’occupazione”.

Su questo tema era intervenuto anche il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. “Il sottosegretario ci ha assicurato una rapida correzione del provvedimento – conclude Arlotti -. Personalmente mi ritengo soddisfatto della risposta del Governo che, comprendendo il rischio di gravi ed immediate penalizzazioni per i lavoratori stagionali, ha tenuto conto delle perplessità, sollevate settimane fa in Commissione Lavoro, attraverso il parere ai decreti attuativi del Jobs Act. Ovviamente continuerò a vigilare affinché alla buona volontà seguano i provvedimenti promessi”.

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati stampa. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.