Newsletter 80

ALLA CAMERA

DIRITTI UMANI Nessuna tortura resterà impunita
La Camera ha approvato in via definitiva la legge che introduce nel codice penale il delitto di tortura come richiesto dalla Convenzione ONU del 1984, ratificata dall’Italia nel 1988. Il nuovo reato punisce con la reclusione da 4 a 10 anni chiunque, con violenze o minacce gravi agendo con crudeltà, cagioni acute sofferenze fisiche o un verificabile trauma psichico a persona privata della libertà personale o affidata alla sua custodia.

Speciale

DECRETO BANCHE VENETE Tutelate imprese e famiglie
Il decreto, approvato alla Camera, tutela tutti i risparmiatori: i correntisti, compresi quelli sopra i 100mila euro, e tutti gli obbligazionisti, senior e subordinati. Contribuisce a salvare 11.000 posti di lavoro ed evita che 200.000 famiglie e 100.000 piccole e medie imprese si trovino da un giorno all’altro con la loro banca fallita. Questo è il decreto sulle banche venete. Chi ha parlato di “favori alle banche” è del tutto fuori strada. L’operazione del governo infatti protegge i risparmiatori e i lavoratori delle banche. Permette di evitare una voragine capace di far franare l’economia veneta e quindi, a catena, di compromettere la salute dell’economia italiana.

Speciale

CULTURA Festival Umbria Jazz
Via libera della Camera alla proposta di legge che prevede il sostegno e la valorizzazione dell’importante festival Umbria Jazz, tradizionale appuntamento per la cultura italiana.

Speciale

ENTI LOCALI Province
L’Aula ha approvato una mozione concernente iniziative per garantire il funzionamento delle province.

MIGRANTI Maggiori controlli su coste dei Paesi di partenza
In occasione dell’informativa del Governo sulla gestione dei flussi migratori, abbiamo espresso il nostro apprezzamento per la serietà delle parole del ministro Minniti. Condividiamo l’appello per arrivare a una coesione nazionale su questo tema. L’Italia affronta un fenomeno che non è più emergenziale ma storico, e che nessuna nazione può affrontare da sola. Sulle soluzioni che l’Unione europea sarà capace di mettere in campo misureremo il grado di salute dell’Europa stessa, la quale nasce su valori di cooperazione e di solidarietà tra le nazioni.

NEGAZIONISMO Punire la propaganda del regime fascista
Crediamo sia importante arrivare alla rapida approvazione della legge che introduce nel codice penale il reato di propaganda del regime fascista e nazifascista. Le gravi offese del deputo Massimo Corsaro ad Emanuele Fiano dimostrano purtroppo che non è affatto un tema del passato. Dopo la discussione generale, che si è tenuta in settimana, nei prossimi giorni inizieranno le votazioni degli emendamenti.

QUESTION TIME

TERRORISMO Costante monitoraggio su propaganda online
Dopo le riforme del 2015 e del 2016 l’autorità giudiziaria ha il potere di oscurare siti internet e rimuovere contenuti online che siano connessi alla propaganda jihadista e alla perpetrazione di condotte terroristiche. Il fenomeno, ha detto Orlando rispondendo alla nostra interrogazione, è in costante monitoraggio.

Scheda

IN COMMISSIONE

Fatturazione a conguaglio per l’erogazione di energia elettrica, gas e servizi idrici, inizia l’esame

La X Commissione Attività produttive, in sede referente, ha iniziato l’esame del provvedimento recante Disposizioni a tutela dei consumatori in materia di fatturazione a conguaglio per l’erogazione di energia elettrica, gas e servizi idrici (C. 3792 Baldelli – Rel. Becattini, PD).

In sede di audizioni informali, ha ascoltato rappresentanti di Rete Imprese Italia, nell’ambito dell’esame della Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che conferisce alle Autorità garanti della concorrenza degli Stati membri poteri di applicazione più efficace e assicura il corretto funzionamento del mercato interno (COM(2017) 142 final); ha svolto l’audizione informale dei commissari straordinari di Ilva sull’aggiornamento delle procedure di trasferimento dei complessi aziendali facenti capo ad Ilva Spa in Amministrazione Straordinaria e ad altre società del medesimo gruppo.

In sede consultiva, ha espresso alla III Commissione Affari esteri parere favorevole sui disegni di legge di ratifica riferiti, rispettivamente, all’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica dell’Ecuador in materia di cooperazione nel campo della difesa, fatto a Roma il 18 novembre 2009 e a Quito il 20 novembre 2009 (C. 4465 – Governo, approvato dal Senato – Rel. Tentori, PD) e all’Accordo tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica del Mozambico sulla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Maputo il 19 marzo 2014 (C. 4468 – Governo, approvato dal Senato – Rel. Tentori, PD).

La Commissione ha svolto l’esame delle interrogazioni nn. 5-10762 De Lorenzis: Questioni relative al progetto Eagle LNG; 5-11343 Ricciatti: Iniziative di sostegno all’export calzaturiero nelle Marche; 5-11523 Valiante: Programma di metanizzazione del Cilento e 5-11738 Becattini: Svolgimento delle gare pubbliche per l’assegnazione del servizio di distribuzione.

Modifiche della disciplina del settore termale, prosegue l’esame

La X Commissione Attività produttive, in sede referente, ha proseguito l’esame del provvedimento recante Modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d’Italia (C. 4407 Fanucci – Rel. Camani – PD).

In sede consultiva, ha iniziato l’esame, ha espresso parere favorevole alla III Commissione Affari esteri sui disegni di legge di ratifica riferiti, rispettivamente, all’Accordo complementare del Trattato di cooperazione generale tra il Governo della Repubblica italiana e il Governo della Repubblica della Colombia relativo alla cooperazione nel settore della difesa, fatto a Roma il 29 luglio 2010 e a Bogotà il 5 agosto 2010 (C. 4461 Governo – Rel. Camani, PD) e all’Accordo sulla cooperazione militare e di difesa tra il Governo della Repubblica italiana ed il Governo della Repubblica gabonese, fatto a Roma il 19 maggio 2011 (C. 4464 Governo – Rel. Camani, PD); ha concluso l’esame, per il parere alla XIV Commissione Politiche dell’Unione europea, degli emendamenti al provvedimento recante Disposizioni per l’adempimento degli obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea – Legge europea 2017 (C. 4505 Governo – Rel. Scuvera, PD), esprimendo parere favorevole con condizione sull’emendamento della relatrice 12.04 e parere contrario sui restanti emendamenti.

In sede di deliberazione di rilievi, ha concluso l’esame dello Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri concernente la ripartizione del Fondo di cui all’articolo 1, comma 140, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 (Atto n. 421 – Rel. Taranto, PD), esprimendo i rilievi alla V Commissione Bilancio.

In sede di interrogazioni a risposta immediata, ha svolto la seduta di interrogazioni su questioni riguardanti il Ministero dello sviluppo economico.

Modifiche all’ordinamento di INPS e INAIL, audizioni

La XI Commissione  Lavoro, nell’ambito dell’esame delle proposte di legge: Modifiche all’ordinamento e alla struttura organizzativa dell’Istituto nazionale della previdenza sociale e dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (C. 556 Damiano e abb. – Rel. Di Salvo, PD) ha svolto le audizioni informali di rappresentanti di Confindustria, Confcommercio, Confesercenti, Casartigiani, Confartigianato e CNA, e dell’Associazione nazionale comuni italiani (ANCI).

In sede di atti dell’Unione europea, ha proseguito l’esame congiunto della Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo, al Consiglio, al Comitato economico e sociale europeo e al Comitato delle regioni: “Un’iniziativa per sostenere l’equilibrio tra attività professionale e vita familiare di genitori e prestatori di assistenza che lavorano” (COM (2017) 252 final) e della Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all’equilibrio tra attività professionale e vita familiare per i genitori e i prestatori di assistenza e che abroga la direttiva 2010/18/UE del Consiglio e relativo allegato (COM (2017) 253 final e COM (2017) 253 final – Annex 1) – Rel. Gribaudo PD.

La Commissione ha svolto le interrogazioni nn. 5-10736 Tripiedi: Salvaguardia dei livelli occupazionali e  riconoscimento di adeguate tutele sul piano lavorativo dei dipendenti della società Consulmarketing SpA; 5-10909 Fanucci: Misure per facilitare la partecipazione a percorsi rieducativi di soggetti coinvolti in lavori di pubblica utilità, in relazione all’obbligo dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali; 5-11461 Lombardi: Iniziative volte a salvaguardare i livelli occupazionali nella società Wind 3 in relazione alla previsione dell’esternalizzazione del customer care della società Tre; 5-11611 Damiano, 5-11614 Fassina e 5-11702 Lombardi: Trasferimenti di lavoratori della società Vodafone con problemi di salute ovvero reintegrati nel posto di lavoro a seguito di pronunce giurisdizionali.

La Commissione ha svolto le interrogazioni nn. 5-11581 Damiano: Tutela dei lavoratori del quotidiano “l’Unità” e 5-11712 Cominardi: Danni derivanti agli enti previdenziali da licenziamenti irrogati in conseguenza di cessioni o retrocessioni di ramo d’azienda nei centri commerciali outlet.

TERRITORIO

Riforma delle concessioni, si va avanti

Dopo l’assunzione dell’interim degli Affari regionali da parte del premier Paolo Gentiloni, oggi le Commissioni riunite VI Finanze X Attività produttive della Camera hanno deciso di procedere con l’iter della Legge delega per la revisione e il riordino della normativa sulle concessioni demaniali marittime, lacuali e fluviali ad uso turistico ricreativo.

Continua a leggere

Provincia unica di Romagna, è ora di accelerare

Il percorso verso la Provincia unica di Romagna deve andare avanti con convinzione. Condivido la decisa presa di posizione del sindaco di Cesena Paolo Lucchi a mantenere alta l’attenzione per accorpare le tre province di Rimini, Forlì-Cesena e Ravenna istituendo la “Provincia Romagna”.

Continua a leggere

Trasporto rapido costiero, il Cipe approva il finanziamento di 10,454 milioni per l’acquisto dei veicoli

Arriva a compimento un percorso che consentirà la piena operatività dell’opera.
Nella serata di lunedì 10 luglio il Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE) ha autorizzato l’utilizzo di 10,454 milioni di euro per l’acquisto di materiale rotabile da destinare al “Trasporto rapido costiero Rimini Fiera – Cattolica – 1° stralcio funzionale tratta Rimini FS – Riccione FS”.

Continua a leggere

Accessibilità digitale, riconosciuta la battaglia di Simone Parma

A quasi due anni dalla scomparsa del giovane Simone Parma, la sua battaglia per i diritti dei disabili e per il riconoscimento dell’impronta digitale come firma raggiunge un primo importante obiettivo. “L’Agenzia per l’Italia digitale ha pubblicato la circolare 3/2017 sull’accessibilità digitale dei servizi pubblici a sportello, in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Continua a leggere

Lavoro occasionale: in vigore le nuove norme

La circolare INPS 5 luglio 2017, n. 107 chiarisce i dettagli in materia di lavoro occasionale (legge 21 giugno 2017, n. 96) che può essere svolto tramite due modalità: il libretto famiglia e il contratto di prestazioni occasionali. Nello specifico definisce le figure del datore di lavoro e del lavoratore con i termini, rispettivamente, di “utilizzatore” e “prestatore” e le loro caratteristiche, le soglie di utilizzo ed economiche a cui entrambe le parti devono attenersi e i diritti garantiti al prestatore.

Continua a leggere

Ape sociale e precoci, oltre 300 richieste a Rimini

Sono state 66.409 in tutta Italia le domande di certificazione delle condizioni di accesso all’APE sociale e al pensionamento anticipato per i lavoratori precoci presentate entro la scadenza del 15 luglio, prevista per coloro che maturano i requisiti entro il 31 dicembre 2017. A Rimini, informa il deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti, la sede INPS ha ricevuto alla data del 7 luglio 156 richieste di verifica dei requisiti e 35 domande per l’Ape sociale, e 145 richieste di verifica dei requisiti e 28 domande per i precoci.

Continua a leggere

Verita’ e giustizia per Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

Nelle motivazioni della sentenza del processo di revisione sul caso dell’assassinio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin avvenuto ventitré anni fa in Somalia, la Corte d’Appello di Perugia, decidendo la immediata scarcerazione di un innocente detenuto da sedici anni, parla tra l’altro – esplicitamente – di “attività di depistaggio di ampia portata”. La sentenza è del 12 gennaio 2017 e le motivazioni sono state rese note due mesi dopo.

Continua a leggere

Questa voce è stata pubblicata in Newsletter. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.