Newsletter 76

ALLA CAMERA

LAVORO AUTONOMO Più tutele, più diritti
Con il voto del Parlamento, la riforma del lavoro autonomo è finalmente legge. Vengono estesi diritti e tutele sul piano economico e sociale. Le principali novità del testo sono: garanzie contro i ritardi dei pagamenti; l’indennità di disoccupazione per i lavoratori con contratti di collaborazione coordinata e continuativa; la tutela del diritto d’autore; il congedo parentale, esteso anche ai padri; le spese di formazione deducibili.

Speciale

STOP AL CYBERBULLISMO Formazione e conoscenza le armi migliori
Approvata all’unanimità  la legge contro il cyberbullismo. Abbiamo deciso di porre al centro la tutela dei minori (sia autori, sia vittime di illeciti), privilegiando azioni di carattere formativo-educativo rispetto ad un’impostazione maggiormente repressiva e sanzionatoria. Viene definita una strategia di prevenzione del fenomeno attraverso un piano integrato di interventi, finalizzato alla formazione e all’educazione dei giovani all’uso responsabile della rete e alla legalità.

Speciale

I dati locali

GRANDI IMPRESE IN STATO DI INSOLVENZA Nuove norme per l’amministrazione straordinaria
La Camera ha approvato in prima lettura la delega al Governo per la riforma organica delle discipline delle crisi d’impresa. Le principali novità della delega riguardano: la riforma organica dell’amministrazione straordinaria; la procedura finalizzata all’individuazione di un nuovo assetto imprenditoriale per la salvaguardia dei complessi aziendali e della relativa occupazione; il potenziamento degli strumenti di tutela dei creditori. Si tratta di una disciplina rilevante per il tessuto economico del Paese, considerato che nei quindici anni successivi alla riforma del 1999 l’amministrazione straordinaria ha interessato circa 136 gruppi di imprese.

MAZZINI E MATTEOTTI Valorizziamo le radici della nostra democrazia
Approvata in seconda lettura la proposta di legge per la promozione di iniziative volte a preservare la memoria di Giacomo Matteotti e di Giuseppe Mazzini. Alla stregua di quanto fatto per la casa natale di Gramsci, anche quella di Matteotti viene dichiarata monumento nazionale. L’ultimo articolo della legge è dedicato alla memoria di Giuseppe Mazzini e alla Domus Mazziniana di Pisa per la quale è urgente trovare una soluzione per garantirne il funzionamento.

ANTONIO GRAMSCI Sempre viva la sua memoria
In occasione della celebrazione dell’ottantesimo anniversario della morte, abbiamo ricordato in Aula la figura di Antonio Gramsci, martire dell’antifascismo, sottolineando l’importanza della sua eredità intellettuale e rivendicando le qualità del suo pensiero anticipatore, originale e non dogmatico. Abbiamo onorato l’amore assoluto per la libertà di un uomo che ha sacrificato la vita per le sue idee senza mai chinare il capo dinnanzi alla dittatura fascista.

MOZIONI APPROVATE

Sono state approvate una mozione sull’identificazione dei migranti deceduti nella traversata del Mediterraneo, una sulla questione dell’inserimento del cosiddetto Fiscal compact nei Trattati europei e una mozione sulle possibili ripercussioni prodotte sull’occupazione dal crescente utilizzo di robot nel sistema produttivo.

Sono state approvate una mozione sul funzionamento dei centri hotspot per migranti e una sulla salvaguardia degli assetti proprietari delle aziende italiane di rilevanza strategica.

DECRETI Respinte le pregiudiziali di costituzionalità
Sono state respinte le pregiudiziali di costituzionalità al decreto per lo svolgimento del vertice dei Paesi del G7 a Taormina e quelle al decreto per assicurare la continuità del servizio svolto da Alitalia.

ESTERI

Sono stati approvati due disegni di legge di ratifica di Trattati internazionali.

QUESTION TIME

AGRICOLTURA Dopo calamità servono assicurazioni idonee per compensare perdite
Siamo rimasti soddisfatti della risposta del ministro Martina alla nostra interrogazione sui gravi danni da calamità climatiche che hanno colpito nel mese di aprile molte regioni italiane.

Scheda

RIFIUTI Immobilismo della giunta Raggi ci porterà all’emergenza
La preoccupazione cresce di giorno in giorno, visto che il Comune di Roma non ha un piano per lo smaltimento dei rifiuti. Abbiamo perciò chiesto al ministro dell’Ambiente, Gianluca Galletti se sia a conoscenza di piani adeguati da parte della giunta capitolina e di attivarsi per evitare, per quello che può, che si arrivi ad una emergenza rifiuti nella capitale.

Scheda


IN COMMISSIONE

Audizione dell’amministratore delegato di Fincantieri, Bono

La X Commissione Attività produttive ha svolto l’audizione informale dell’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, sullo stato di attuazione del piano industriale 2016-2020 e l’audizione informale di rappresentanti di Federterme nell’ambito dell’esame del progetto di legge C. 4407 Fanucci recante Modifiche alla legge 24 ottobre 2000, n. 323, concernente la disciplina del settore termale, e istituzione della Giornata nazionale delle terme d’Italia.

In sede di Comitato ristretto, ha proseguito l’esame dei provvedimenti in materia di Disciplina della qualificazione professionale per l’esercizio dell’attività di estetista (C. 2182 Della Valle, C. 4169 Donati, C. 4350 Vignali e C. 4413 Allasia– Rel. Montroni, PD).

In sede consultiva, per il parere alla XIII Commissione Agricoltura, ha concluso l’esame del nuovo testo della proposta di legge recante Interventi per il settore ittico (C. 338 Catanoso e abb. – Rel. Iacono, PD), mentre per il parere alla III Commissione Affari esteri, ha concluso l’esame del disegno di legge recante Ratifica ed esecuzione dell’Atto di Ginevra dell’Accordo dell’Aja concernente la registrazione internazionale dei disegni e modelli industriali, fatto a Ginevra il 2 luglio 1999, nonché norme di adeguamento dell’ordinamento interno (C. 3083 Governo – Rel. Scuvera, PD), esprimendo su entrambi parere favorevole.

La Commissione, su questioni di competenza del Ministero dello sviluppo economico, ha svolto le interrogazioni a risposta immediata nn. 5-11380 Ricciatti: Potenziamento del piano Industria 4.0 nelle regioni colpite dal sisma dell’agosto 2016,  5-11381 Galgano: Adeguamento del piano industriale J.P. Industries Spa al piano finanziario,  5-11382 Crippa: Iniziative volte a favorire una reale concorrenza sul mercato dell’energia  e  5-11383 Benamati: Prospettive produttive e occupazionali della Divisione Velivoli di Leonardo.

Audizione di europarlamentari italiani sul pacchetto UE per l’energia

La X Commissione Attività produttive ha svolto in video conferenza le audizioni informali di rappresentanti italiani del Parlamento europeo nell’ambito dell’esame congiunto della Proposta di direttiva che modifica la direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica (COM(2016)761); della Proposta di direttiva che modifica la direttiva 2010/31/UE sulla prestazione energetica nell’edilizia (COM(2016) 765); della Proposta di regolamento sul mercato interno dell’energia elettrica (COM(2016) 861); della Proposta di regolamento sulla preparazione ai rischi nel settore dell’energia elettrica e che abroga la direttiva 2005/89/CE (COM(2016) 862); della Proposta di regolamento che istituisce un’Agenzia dell’Unione europea per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell’energia (rifusione) (COM(2016) 863) e della Proposta di direttiva relativa a norme comuni per il mercato interno dell’energia elettrica (rifusione) (COM(2016)864), corredata dai relativi allegati (Annexes 1 to 5).

In sede di Comitato dei Nove, ha esaminato il provvedimento recante Disciplina delle procedure di amministrazione straordinaria delle grandi imprese e dei complessi di imprese in crisi (C. 3671-ter-8 – Rel. Benamati, PD).

La Commissione ha esaminato le interrogazioni nn. 5-08668 Ciprini: Attività di ispezione e revisione del Ministero dello sviluppo economico sulle società cooperative; 5-09098 Pili: Problematiche connesse alla registrazione del marchio internazionale De Nicola; 5-09484 De Maria e 5-09848 Fabbri: Continuità produttiva dell’azienda Selcom; 5-10993 Rocchi: Convocazione di un tavolo nazionale sulla crisi del gruppo Grandi Molini Italiani. Infine, ha iniziato la discussione della risoluzione n. 7-01244 Crippa: Revisione della disciplina per l’erogazione dei bonus energetici ai clienti domestici disagiati.

Tutela dei lavoratori dipendenti in caso di licenziamento illegittimo, avviato l’esame

La XI Commissione  Lavoro, in sede referente, ha avviato l’esame della proposta di legge recante Modifica dell’articolo 18 della legge 20 maggio 1970, n. 300, e altre disposizioni concernenti la tutela dei lavoratori dipendenti in caso di licenziamento illegittimo (C. 4388 Laforgia – Rel. Di Salvo, PD). In sede di audizioni informali ha sentito rappresentanti dell’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani (INPGI) con riferimento all’andamento delle gestioni previdenziali dell’Istituto e agli interventi recentemente deliberati per garantire la sostenibilità delle medesime gestioni nel medio-lungo periodo.

Interrogazione sull’aggiornamento del valore dell’indennità di buonuscita dei lavoratori di Poste italiane

La XI Commissione  Lavoro ha esaminato le interrogazioni nn. 5-10829 Chimienti: Mantenimento delle condizioni di lavoro nella società Artoni Trasporti Spa e nelle attività connesse, e 5-11009 Rizzetto: Lavoratori attivi e inattivi della società Poste italiane interessati all’eventuale aggiornamento del valore dell’indennità di buonuscita e relativi oneri finanziari.

In sede consultiva, per il parere alla XIII Commissione Agricoltura, ha concluso l’esame del nuovo testo unificato recante Interventi per il settore ittico (C. 38 Catanoso Genoese e abb. - Rel. Rostellato, PD), rendendo parere favorevole con condizione e osservazioni.

TERRITORIO

Manovrina” correttiva, gli emendamenti di Arlotti

Reintroduzione dei voucher per il lavoro occasionale stagionale, stabilizzazione della copertura della Naspi di quattro mesi, tassa di soggiorno sugli affitti brevi, incentivi per la rottamazione dei camper e risorse per le Camere di commercio fuse. Sono gli emendamenti depositati dal deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti alla “manovrina” correttiva.

Continua a leggere

Voucher: contrastare il fenomeno del lavoro nero

La Cgil di Rimini finge di dimenticarlo, ma sa benissimo che sono stato io il primo a porre a livello nazionale il problema dei voucher con la mia interrogazione in commissione Lavoro già nel 2015, ben prima che il sindacato lanciasse la sua raccolta di firme. Vengo dal mondo del lavoro, e ne conosco bene i temi. E se mi sono sentito in dovere di presentare l’emendamento alla “manovrina” sull’utilizzo dei voucher per le attività stagionali nel 2017, non è per rimettere in moto lo strumento che io per primo ho contestato, ma è perché voglio contrastare il fenomeno del lavoro nero.

Continua a leggere

Tassa di soggiorno sugli affitti brevi, l’emendamento va avanti

Prosegue l’iter dell’emendamento alla “manovrina” presentato dal deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti per applicare la tassa di soggiorno sugli affitti brevi. L’emendamento è infatti tra quelli segnalati dai vari gruppi parlamentari in commissione Bilancio della Camera, ovvero quelli su cui da lunedì si concentrerà il lavoro. Obiettivo è arrivare entro sabato 27 a dare mandato al relatore, per approdare in Aula dal 29.

Continua a leggere

Balneari, legittimo affidamento e concessioni di 30 anni

Legittimo affidamento per le attuali imprese, trent’anni di durata massima per i nuovi titoli: la riforma delle concessioni balneari prende questa direzione. Lo annuncia Tiziano Arlotti, deputato del Partito democratico e relatore del disegno di legge-delega in commissione Attività produttive, turismo e commercio, facendo il punto a Mondo Balneare sulle priorità da affrontare prima dell’imminente discussione in Aula.

Continua a leggere

L’Inps rifiuta la cassa integrazione a 800 lavoratori: interrogazione a Padoan

La Regione autorizza la cassa integrazione, ma l’Inps la rifiuta e 800 lavoratori in tutta l’Emilia-Romagna restano senza sostegno al reddito. Una situazione allarmante che ha spinto un gruppo di parlamentari, tra cui il deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti, a interrogare il ministro delle Finanze Per Carlo Padoan affinché intervenga e sia tempestivamente assicurata alle imprese e ai lavoratori la continuità dei trattamenti.

Continua a leggere

Cig rifiutata, l’Inps corregge le comunicazioni

Sono una ventina le aziende del territorio riminese a cui l’Inps ha rigettato la cassa integrazione pur già autorizzata dalla Regione Emilia-Romagna. Si sarebbe trattato di un errore procedurale: le sedi territoriali dell’istituto di previdenza sociale che avevano erroneamente inviato alle imprese le comunicazioni di rigetto della Cig in deroga hanno provveduto a correggerle e hanno informato la Regione.

Continua a leggere

Questa voce è stata pubblicata in Newsletter. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.