Lettere dei cittadini

Grazie delle Vostre lettere, di incoraggiamento, di approfondimento e alcune anche di critica (la critica apre il confronto e quindi è sempre costruttiva). Scusate se la risposta non è tempestiva, ma sono giornate intense e desidero farlo di mio pugno, dedicando a ciascuna tematica sottoposta il tempo che merita. 

Sto rispondendo a tutti. 

Pubblico una delle lettere pervenutami da un cittadino che mi ha particolarmente colpito e, di seguito, la mia risposta: 

Buongiorno Arlotti. Francamente sono sorpreso dalla sua candidatura alle primarie o se vogliamo alla sua candadatura a sindaco di Rimini. Dico questo perchè la reputo una persona troppo per bene per poter anche solo “partecipare” agli squallidi giochi di potere a cui troppo spesso ci fa assistere la politica.Come pensa di poter fare convivere il personaggio ”Tiziano Arlotti” con le inevitabili pressioni a cui dovrà per forza o per amore sottostare il sindaco di Rimini? Quali sono le sue proposte o le sue idee riguardo a problemi storici come il nuovo teatro, il nuovo stadio, una viabilità decente… sarà possibile avere strutture anche per i riminesi e non solo in funzione del turismo, come siamo soliti fare noi a Rimini? E riguardo al verde pubblico?? Sarà solo riservato ad uno piccolo spazio tra palazzine oppure ad antichi letti di fiumi e torrenti oppure sarà possibile copiare almeno un po’ le grandi città europee?? E poi, sarà possibile recuperare il castello malatestiano con l’antico fossato… avere asili e scuole… ma di quante cose abbiamo bisogno a Rimini??Vede Arlotti, credo che lei si stia assumendo una responsabilità davvero grossa, perchè vede, io dagli altri non mi aspetto nulla, quindi poco che fanno magari mi fanno anche contento… ma io da lei mi aspetto davvero tanto e credo che questo sia un aspettativa di davvero tanti riminesi. 

__________ 

LA MIA RISPOSTA 

Partirò dal mio slogan di questa breve ma intensa campagna: “Le passioni danno una marcia in più”. Mi riconosco nelle sue parole, anzi, grazie di conoscermi così bene e soprattutto grazie della considerazione e, vorrei aggiungere, della stima. La sua perplessità è più che legittima ed è la stessa che ho provato anch’io all’inizio, ma proprio per questo e per le tante persone che, come lei, hanno guardato a me come all’uomo ‘diverso’ come all’uomo ‘per bene’, distante – cito le sue parole – dagli squallidi giochi di potere a cui troppo spesso ci fa assistere la politica, si è riaccesa la mia passione. Sono quello che ha lottato, nel sindacato, per il lavoro, per l’equità sociale, per le case popolari, sono quello che ha sempre lavorato a testa bassa, anche da operaio, per stare vicino a chi lavora da operaio e conosce la fatica, raccogliendo le istanze dei più deboli. Sono le passioni che ci muovono con determinazione, che ci devono fare alzare la testa. Non so se sarò io a guidare la città, ma se lo farò sarà con questi principi, con moralità, con onestà intellettuale. Non per un ruolo d’immagine, ma con la voglia e l’agguerrita forza battagliera che serve in momenti come questo, che serve al giorno d’oggi. Ho condotto una ‘campagna’ sobria e rispettosa, leale, senza fronzoli, senza chiacchiere vuote. Non propongo ‘suggestioni’ ma cose reali, che possano essere onorate e mantenute. Ho posto il Teatro al centro del mio progetto per Rimini, sullo stadio avevo già risolto la questione anni fa, se le cose fossero andate a modo mio (anzi le allego alla presente la mia risposta in materia, al Signor Emanuele Pironi che mi ha interpellato in proposito) le indico la mia pagina sul Decoro Pubblico http://www.tizianoarlotti.com/decoro-urbano-elemento-imprescindibile-della-rimini-capitale/e, per quanto riguarda le altre questioni che mi sottopone, mi auguro di poterle dichiarare di persona il mio Programma fin dal prossimo lunedì, se mi sarà data la possibilità di farlo.Conto sulle persone come lei e me, e non siamo pochi, che, pur con perplessità ancora credono negli Uomini e non nelle logiche di partito.Grazie di avermi dato la possibilità di questo confronto.
Tiziano Arlotti

Questa voce è stata pubblicata in Rassegna stampa. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.