Legge di Bilancio, gli emendamenti approvati in Commissione alla Camera

Estensione dell’Ape sociale, maggiori risorse per gli enti locali e per la mobilità sostenibile, sblocco dei contratti nella Pa, credito di imposta per la riqualificazione delle terme. Sono solo alcuni degli emendamenti più rilevanti alla legge di Bilancio approvati dalla V Commissione della Camera, dove il provvedimento è in esame in vista dell’approvazione definitiva. Il deputato Pd romagnolo Tiziano Arlotti, firmatario di una parte degli emendamenti approvati, illustra le novità, a partire dall’ampliamento dell’Ape sociale e dei benefici previdenziali per i lavoratori precoci.

“Per quanto concerne l’Ape sociale si amplia ad esempio da 6 mesi ad 1 anno per ogni figlio (sempre nel limite massimo di 2 anni), la riduzione dei requisiti contributivi previsti per le donne. Si ampliano poi le categorie dei lavori gravosi, prevedendo (dal 2018) nuove professioni che vanno ad aggiungersi a quelle già previste e per cui si semplifica anche la procedura per l’accesso all’indennità, mentre per l’accesso al beneficio degli operai dell’agricoltura e della zootecnia si assume come riferimento il numero minimo di 156 giornate”.

“Sul fronte degli enti locali, aumenta il contributo da 352 a 428 milioni, che viene ripartito per 317 milioni in favore delle province (in luogo di 270) e per 111 milioni in favore delle città metropolitane (in luogo di 82), per un totale di 1,6 mld nel triennio, dando priorità a strade, tutela idrogeologica, scuola. Alla costruzione scuole innovative nelle aree interne sono destinati inoltre 50mln di euro. Per i Comuni fusi si elimina la previsione che elevava il limite massimo del contributo straordinario spettante a ciascun comune a partire dal 2018 a 3 milioni di euro, mentre per i Comuni fino a 5mila abitanti (13 in provincia di Rimini) viene sbloccato il turnover qualora la spesa di personale sia inferiore al 24% della media delle entrate correnti dell’ultimo triennio. Si proroga la possibilità, nelle pubbliche amministrazioni, di utilizzare i contratti di collaborazione fino al 1° gennaio 2019 (invece che al 1° gennaio 2018), così come nei Centri impiego i contratti a tempo determinato e di collaborazione coordinata e continuativa in essere alla data del 31 dicembre 2017 sono prorogati fino al 31 dicembre 2018 ovvero fino alla loro conclusione. Previste 400 assunzioni nel Corpo dei vigili del fuoco attingendo dalla graduatoria del concorso pubblico, con un potenziamento che da maggio avrà ricadute positive anche sul territorio riminese”.

“Per il settore turistico, viene esteso il credito d’imposta per la riqualificazione delle strutture alberghiere anche alle strutture che prestano cure termali, per la realizzazione di piscine termali e per l’acquisizione di attrezzature ed apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività, nella misura del 30 per cento delle spese sostenute fino ad un massimo di 200.000 euro, una misura che interessa i numerosi stabilimenti romagnoli da Riccione all’Appennino. La legge di Bilancio affronta anche il tema del ‘meteoterrorismo’, su cui durante la legislatura sono intervenuto più volte presentando anche una proposta di legge, grazie all’emendamento che prevede di disciplinare in modo organico il settore della meteorologia privata, riconoscere giuridicamente la figura professionale del Meteorologo civile e disciplinare un sistema nazionale in grado di assicurare gli indispensabili controlli sulla preparazione tecnico scientifica e la condotta deontologica dei soggetti privati che elaborano e diffondono informazioni in ambito meteorologico”.

“Nell’ambito della mobilità sostenibile grazie ad un emendamento a mia prima firma prevede in via sperimentale che un terzo delle risorse del relativo Fondo per sia attribuito alle città metropolitane e ai comuni capoluogo delle province ad alto inquinamento da PM10 e biossido d’azoto, chiamati ad adottare azioni per la riduzione dell’inquinamento atmosferico. Un ulteriore emendamento estende invece al materiale rotabile la possibilità di utilizzare le risorse del Fondo per il miglioramento dell’offerta di servizi di trasporto pubblico locale nelle aree metropolitane, attualmente destinate esclusivamente alle reti in costruzione”.

Altri emendamenti approvati, infine, intervengono sull’affidamento delle concessioni autostradali riportando al 40% la quota di contratti di lavori, servizi e forniture che i concessionari possono affidare in house (salvaguardando così i lavoratori Pavimental dalla mobilità); sulla vigilanza nei confronti delle società cooperative, inasprendo le sanzioni in caso di mancato rispetto del carattere mutualistico prevalente; sulla detrazione dei canoni degli alloggi universitari, che torna a spettare, in via strutturale, agli studenti iscritti ad un corso di laurea presso una università ubicata in un comune distante da quello di residenza almeno 100 chilometri e, comunque, in una provincia diversa, per unità immobiliari situate nello stesso comune in cui ha sede l’università o in comuni limitrofi, per un importo non superiore a 2.633 euro. “Il il requisito della distanza necessario per fruire dell’agevolazione – evidenzia Arlotti, che ha seguito la questione durante il suo mandato – si intende rispettato anche all’interno della stessa provincia ed è ridotto a 50 km per gli studenti residenti in zone montane o disagiate”.

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati stampa. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.