Buon lavoro Presidente Mattarella

Quando domenica sono partito per Roma ho portato con me le preoccupazioni per una settimana che sarebbe stata cruciale per il Paese, vista l’imminenza della elezione del nuovo Presidente della Repubblica. Rimuginavo sull’amarezza per come nel 2013 si era conclusa la vicenda che aveva portato alla rielezione di Napolitano, alla “strigliata” che ci dette nel suo discorso di reinsediamento, alla mortificazione al mio rientro a Rimini e allo sconcerto di militanti e elettori che increduli chiedevano spiegazioni sui 101 grandi elettori che avevano affossato la candidatura di Romano Prodi.

Oggi rientro a Rimini con orgoglio perché il PD ha dato dimostrazione di responsabilità e di maturità. Dopo la assemblea di lunedi con Renzi, come deputati e senatori abbiamo avuto la opportunità di esprimere le nostre opinioni e, nell’incontro avuto a Montecitorio con Renzi e Guerrini, ho espresso la mia preferenza per Matterella, impegnandomi comunque a votare il candidato che avrebbe deciso la Assemblea del Pd.
Giovedì l’Assemblea ha votato alla unanimità la proposta che poi è stata confrontata con tutte le forze politiche. Ricordo le lacrime di gioia di Rosi Bindi, il sorriso di Bersani, il clima di serenità che ci ha contagiati.
Gli occhi erano puntati su di noi: un errore sarebbe stato letale!
Oggi il Presidente Mattarella è stato eletto alla quarta votazione con la maggioranza assoluta (665 voti) dei grandi elettori che gli conferiscono una enorme autorevolezza e legittimazione.
Credo che il Presidente Sergio Mattarella, europeista convinto, saprà custodire l’attuale e la futura costituzione, essere il Presidente di tutti gli italiani e saprà accompagnarci con decisione nella strada intrapresa delle riforme per dare risposte adeguate ai bisogni degli italiani e prestigio internazionale all’Italia.

Questa voce è stata pubblicata in Interventi. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.